Carpfishing

Carpfishing, la tecnica migliore per la pesca alla carpa, Com'è nata

Il carpfishing è una specifica tecnica di pesca sportiva nata per la pesca alla carpa e di altri grossi pesci della stessa famiglia ( ciprinidi ). Questa tecnica è nata in Inghilterra nel 1978, quando monitorando in una vasca il comportamento di una grossa carpa che stava mangiando,  Kevin Maddocks e Lennie Middleton ebbero un’idea. Essi si accorsero che contrariamente agli altri pesci che attaccano l’esca prendendola a morsi, la carpa mangia aspirando ed espellendo il cibo. Pensarono così di lasciare scoperto l’amo e collegare ad esso l’esca infilata in un sottile filo per facilitare l’aggancio del pesce. Con questo tipo di montatura la carpa non inghiotte l’amo che invece si conficcherà nel labbro inferiore senza procurarle gravi danni. Il carpfishing, infatti, ha come obbiettivo principale il rilascio immediato del pescato magari dopo una bella foto ricordo.

carpa che mangia a fondo

Il periodo migliore per praticare il carpfishing 

Questo tipo di pesca si può praticare durante tutti i periodi dell’anno e in qualsiasi condizione atmosferica, anche se le stagioni migliori sono sempre la primavera e l’autunno. La stagione meno proficua per la pesca alla carpa e’ sicuramente l’inverno, questo perchè la carpa, per risparmiare forze ed energia, tende a muoversi di meno. Sarà la bravura del pescatore nel cercare di capire qual’è il punto del lago più caldo e quindi dove le carpe stazioneranno. Diametralmente opposta è la situazione della primavera dove le temperature si alzano e le carpe si avvicinano ai canneti per deporre le uova, ottima situazione per insidiarle. 

L’autunno e’ un altra stagione favorevole per praticare il carpfishing perchè la carpa, con l’avvicinarsi dell’inverno, farà scorta di cibo.

L’estate è invece considerata una stagione intermedia dove potremo insidiare la nostra carpa nei posti più freschi del lago. Il carpfishing è molto praticato anche di notte da pescatori  incalliti e temerari.

Pesca Carpfishing

Le attrezzature per il carpfishing

Le attrezzature da carpfishing sono specifiche per questo tipo di pesca. Visto le distanze dove andremo a lanciare la nostra zavorra, le canne dovranno essere più robuste rispetto a quelle usate di solito per la pesca della carpa in laghetto. Dato che questa pesca ( come già detto sopra ) è nata in Inghilterra troveremo in commercio la lunghezza delle canne da pesca espressa in piedi e la flessibilità in libbre. Il monofilo è stato sostituito da trecciati molto più adatti a questo tipo di pesca, sia per la sua struttura molto più resistente, sia perchè attutiscono l’effetto molla che di solito hanno i monofili classici. Le pecche dei trecciati però sono quelle che sono molto più costosi del normale monofilo e la loro abrasione e maggiore. Dato che la filosofia del carpfishing è quella di rimettere in acqua il pesce pescato, cercando di ferirlo il meno possibile, di solito si usano ami senza ardiglione.
pesca di notte

Le montature – come scegliere la migliore –

Con la nascita del carpfishing il modo di pescare le carpe ha avuto uno sconvolgimento totale.

Gli accessori per questo tipo di pesca sono molti e quindi non è semplice capire che piombo, che clips, che conetti, montare per insidiare la nostra carpa. In questo tipo di pesca dovremo inserire un terminale diverso dagli altri chiamato Hair rig ( capello) dove inseriremo l’esca per carpe nel filo lasciando l’amo scoperto. Scegliere una montatura giusta aiuterà a migliorare la pesca per non incorrere in problematiche come i  grovigli del monofilo. La montatura sarà sicuramente diversa a seconda del luogo dove intenderemo pescare, se a centro lago o vicino ai canneti. Sotto cercheremo di spiegare meglio alcuni tipi di montature.  

Bolt rig

Questa montatura da carpfishing è molto usata quando il fondale dove pescheremo è molto sporco.

Infatti ha una particolare legatura del piombo chiamata a “perdere”, che se lo stesso rimane incagliato nel fondo mentre la nostra carpa trascina via l’esca, una clip fa staccare la zavorra. Così facendo il nostro pesce rimarrà agganciato alla lenza madre senza più essere incagliato nel fondo. Con fondali sabbiosi questo tipo di montatura garantirà all’esca una bella presenza restando distesa nel fondo insieme a tutta la lenza madre. Altra cosa buona di questa montatura è quella che permette lanci molto lunghi perchè il terminale è meglio trasportato dal piombo montato così.

montatura bolt rig

Piombo inline

La montatura con il piombo inline  viene adoperata quando il fondo è molto compatto e quindi il piombo non può sprofondare. La caratteristica di questo piombo e’ che la sua massa è concentrata sopra la girella e quindi a differenza del bolt rig permette l’auto allamata del pesce.

Questo perchè il pesce appena aspirata l’esca troverà la resistenza della zavorra che favorirà la penetrazione dell’amo nel labbro inferiore.

Ecco perchè è importante usare questa montatura con fondali dove il piombo non sprofondi, altrimenti il terminale e l’esca non starebbero in una corretta posizione e se il pesce non aspirasse bene si andrebbe incontro a una perdita della preda.

montatura piombo inline

Helicopter rig

L‘elicopter rig è una montatura usata nel Carpfishing per i fondali melmosi e forse è anche la più conosciuta ed usata da sempre. Il piombo è collegato direttamente al monofilo mentre il terminale ( hair rig ) sarà attaccato al monofilo con una girella e sarà quindi fuori asse rispetto ad esso.

Con il piombo così sistemato nel monofilo, si potranno realizzare lanci molto lunghi e precisi. A differenza del piombo inline, anche affondando la zavorra, il terminale e l’esca rimarranno spianate nel fondo in modo ottimale senza essere trascinate sotto, aumentando così la riuscita dell’azione di pesca. In questo caso però la tutela del pesce in caso di rottura della lenza madre, non è sicura come nel bolt rig, perchè le perline potrebbero fare rimanere attaccato il piombo al terminale. In caso di trazione con il pesce  l’elicopter rig è agganciato non in asse con il monofilo e questo creerà una resistenza minore rispetto ai piombi montati inline, facilitando il recupero.

montatura helicopter rig

Ricapitoliamo un pò

Ricapitoliamo in modo sintetico le differenze tra le 3 montature.

Piombo inline: si usa in fondali compatti, il piombo è perfettamente in linea con il terminale, favorisce l’auto allamata, non si possono fare lanci lunghi, non tutela il pesce in caso di rottura.

Helicopter rig: si usa su fondali melmosi, il piombo non è in linea con il terminale, non favorisce l’auto allamata, si possono fare lunghi lanci, non tutela il pesce in caso di rottura.

Bolt rig: si usa su fondali molli, il piombo non è in linea con il terminale, non favorisce l’auto allamata, lanci e traiettorie migliori, tutela il pesce in caso di rottura.

Saper scegliere una buona montatura è il segreto migliore per raggiungere l’obbiettivo di catturare un buon numero di pesci e magari di pezzatura molto grande.

Per tutto quello che riguarda il mondo delle esche, vi consigliamo di consultare il nostro articolo esche per carpe dove troverete alcuni consigli che vi potranno essere utili per questo tipo di pesca.

Noi di pescafacile speriamo con questo articolo di avervi aiutato a scoprire cose che vi possano aiutare a capire meglio il mondo del carpfishing

Carpfishing cattura carpa regina