esche per carpe fondo

Esche per carpe

Esche per carpe - cosa usare per insidiare la regina dei laghi.

Le carpe sono pesci onnivori, cioè la loro alimentazione varia in base a quello che l’ambiente circostante mette a loro disposizione, esse ci cibano di una vasta gamma di prodotti alimentari, per questo le esche per carpe possono variare a seconda del periodo e del luogo.

In questo articolo troverete alcune esche da usare per questo tipo di pesca.

Il mais

Da sempre il mais è l’esca più usata per la pesca alle carpe, sicuramente perchè è un alimento che attrae molto la carpa, sia per il suo colore giallo, sia per le sue proprietà alimentari. Questa esca può essere preparata individualmente da ogni pescatore tenendo in ammollo e poi bollendo il mais, ma non è così semplice come sembra. Ci sono tempi e modi da rispettare per avere un ottimo prodotto. Il nostro consiglio è quello di acquistarlo già pronto per l’uso e casomai insaporirlo con aromi che troveremo in qualsiasi negozio di pesca tra le esche per carpe. L’innesco del mais può essere fatto in modi diversi. Innescato direttamente nell’amo.. ( vedi foto sotto)

esca per carpe mais amo

oppure innescato con un’uncinetto di ferro in uno spezzone di monofilo doppio o intrecciato di circa 2 cm che lasceremo dopo l’amo. Innescato il mais, avremo premura di fissare lo stesso  con un pezzettino di legno o di plastica per via che non scivoli dal monofilo.  ( vedi foto sotto).

esche per carpe mais innesco

Boilies

La boilies è tra le esche per carpe più usate, viene costruita amalgamando un’insieme di farine con aromi e uova, questa esca è nata quando dei pescatori inglesi si resero conto di aver bisogno di qualcosa di più resistente dall’attacco di piccoli pesci e dai lunghi lanci dove spesso veniva perso l’innesco. I tipi di boilies in commercio sono principalmente 2: quelle affondanti, che  ovviamente servono per la pesca dove le boilies devono rimanere attaccate al fondale e quelle galleggianti dove l’esca rimarrà staccata dal fondo. Il diametro e le profumazioni sono vaste per poter dare molta scelta al pescatore. L’innesco viene messo in uno spezzone di monofilo situato dopo l’amo con la stessa tecnica del mais ( vedi foto sotto ).

esche per carpe boilies pescafacile

Esche per carpe  – vermi e larve

Come già detto in precedenza la carpa è un pesce onnivoro e nella sua dieta sono presenti anche vermi e larve, possiamo quindi usarle come esche per carpe ottenendo ottimi risultati.

La larva più comune per pescare la carpa è la larva di mosca carnaria più comunemente chiamata bigattino di cui è veramente ghiotta. Questa larva va conservata in un luogo molto fresco altrimenti molto presto si trasformerà in caster e poco dopo si trasformerà in mosca. Queste larve vengono innescate nell’amo con un numero non preciso, infatti più l’amo è di misura grossa più bigattini dovremo inserire fino alla totale copertura.

Altra esca naturale di cui la carpa è golosa è il comunissimo verme di terra.

Anche questo verrà innescato nell’amo fino alla sua totale copertura lasciando un pezzo di verme non infilato.

Molto spesso le due esche per carpe vengono innescate insieme per aumentare l’appetito della nostra carpa ( vedi foto sotto ).

Esche meno conosciute  

Ci sono altre esche per carpe molto meno conosciute ma non per questo meno proficue, ad esempio le carpe vengono pescate anche con il pellet, che non è altro che farina compressa ma che ovviamente si scioglie più in fretta delle boilies, quindi viene usato per periodi di pesca breve.

Altri pescatori usano anche le granaglie, cioè un misto di semi. C’è poi la noce tigrata, un tipo di granaglia molto croccante che incuriosisce molto le carpe e anche l’aglio che ha un doppio impiego, viene innescato direttamente nell’amo ma anche usato per insaporire le boilies.