pesce siluro

Il pesce siluro

Il pesce siluro - scopriamo chi è -

Il pesce siluro è da sempre la preda più ambita dai pescatori che amano cimentarsi con pesci di notevoli dimensioni e grande tenacità.

Il siluro è un pesce d’acqua dolce europeo e fa parte della famiglia dei Siluridae e dell’ordine dei siluriformes, il suo nome scientifico è silurus glanis.

Il colore della sua livrea è chiaro e diventa più bruno nei fianchi, fino a diventare giallastra in grossi esemplari che vivono in lagune salmastre.

Il suo corpo è di forma cilindrica e nonostante abbia una grossa testa piatta e una grande bocca provvista di tre barbigli, ha due occhi molto piccoli.

Quando sono piccoli si confondono spesso con i pesci gatto, ma quando le dimensioni aumentano i dubbi spariscono.

Il siluro è un pesce originario dell’Europa orientale, ma da moltissimi anni è stato importato in tutti i Paesi europei e anche in alcuni extraeuropei, perchè non ha problemi di adattamento.

siluro caccia a fondo

Altre notizie utili sul questo pesce

I pesci siluro si nutrono di piccoli invertebrati di fondale finchè sono piccoli, ma quando diventano adulti mangiano praticamente di tutto, non solo pesci di notevole misure ma anche uccelli acquatici.

La lunghezza del siluro varia da 140 cm. a 280 cm e ama stare nascosto tra fango e rami nelle ore diurne e calde pesce siluro.

Poi al calar del sole il nostro “mostro” si spingerà verso la superficie per andare a caccia di cibo.

Si accoppia in acque abbastanza calde (temperatura intorno ai 20°) e il maschio si prende cura delle uova e degli avannotti fino al suo svezzamento (vedi foto sotto).

Il miglior periodo di pesca va da marzo fino a novembre e a volte anche più, in base a come la stagione autunnale si presenta.

Questi pesci non amano i periodi invernali, infatti d’inverno resterano fermi il più possibile nei fondali, cercando un posto dove l’acqua è più calda.

avannoti

Le tecniche usate per la pesca al pesce siluro

Negli ultimi decenni la pesca a questo splendido “mostro” sta aumentando velocemente.

Questo perchè catturare un pesce così è prestigioso per il pescatore e anche perchè i siluri stanno aumentando di numero ed è più facile incontrarli.

Le tecniche per catturare questo bestione sono 2: la pesca con il vivo e quella a spinning.

Sicuramente l’attrezzatura per entrambe le tecniche dovrà essere robusta visto la grandezza del pesce.

Andiamo nello specifico per cercare di capirne un po’ di più.

La pesca con il vivo

La voracità del pesce siluro non si ferma davanti a nessuna preda, proprio per questo motivo innescare il vivo potrebbe portare a ottimi risultati.

Le canne usate per questa tecnica di pesca devono essere della lunghezza di ca. 5 metri e di una grande potenza di lancio.

Questo per permettere all’esca viva ( carassio, anguilla ) di raggiungere grandi distanze da riva.

Consigliamo vivamente di utilizzare un galleggiante di grosse dimensioni per evitare che l’esca non si depositi nel fondo e che quindi non sia visibile.

Un mulinello di taglia grossa sarà imbobinato con un trecciato con un carico altissimo di rottura, almeno 70 kg se non più.

Il terminale è bene usarlo in Kevlar da almeno 100 kg, correlato da grosse girelle e ami da partire dal n. 10/0

pesca con galleggiante

La pesca del siluro a spinning

Altra tecnica per la pesca del siluro e’ lo spinning. 

La canna da spinning è composta da 2 elementi la cui lunghezza dipende se bisogna affrontare il pesce da terra o da una barca.

Ovviamente da terra sono consigliate canne lunghe e potenti, mentre dalla barca bastano canne da 2,5 metri.

Come per la pesca con il galleggiante anche il mulinello deve essere robusto e capiente per poterci avvolgere un buon trecciato.

Anche il peso del mulinello ha la sua importanza perchè in alcune giornate dove il pesce non è attivo dovremo lanciare molte volte.

Le esche da adoperare per questa tecnica sono i cucchiai sia rotanti che ondulati,le esche dure e i crank bait.

Anche i popper e gli artificiali siliconici simili a pesci danno dei buonissimi risultati, a seconda del periodo e del luogo dove si pesca.

pesca al siluro

La pesca al siluro - una pesca che dopo provata non si può più dimenticare

Insidiare il più grande predatore delle nostre acque è un’emozione irripetibile e chi l’ha provata non la dimenticherà mai.

Dare la ferrata e sentire una forza contraria alla tua che fa fischiare la canna e srotolare il trecciato dal mulinello… momenti magici.

La passione per la pesca è qualcosa che solo noi pescatori riusciamo a capire, è nel nostro dna e non possiamo farne a meno.

Alzarsi la mattina quando il sole non è ancora sorto e spingersi in riva a un fiume o ad un lago sembra quasi incomprensibile.

Eppure per noi pescatori è gioia, vita e passiamo giornate intere per catturare un “bestione” come il pesce siluro.

E se questo non dovesse avvenire va bene ugualmente perchè avremo passato una giornata a contatto con la natura tra pace e tranquillità. 

Prima o poi una giornata da ricordare nella vita di un pescatore ci sarà sempre basta avere tanta pazienza e perchè no anche molta fortuna.

Sono però pochi i fortunati che potranno pescare un pesce come questo sotto.

cattura gigante